Visitare il Lazio: un museo che ti spingerà a Guidonia Montecelio

Museo Lanciani Guidonia

Il Museo Archeologico Rodolfo Lanciani è a Guidonia Montecelio (RM), precisamente sulla cima di Monte Albano. Se sei nei pressi di Roma e vuoi fare una gita fuori porta…beh questo è il luogo che stai cercando!



Il museo Archeologico Rodolfo Lanciani di Guidonia Montecelio conserva molti reperti dell’area circostante: ovvero dell’antica Tibur, dell’Etruria e del Lazio!
Abbiamo parlato della storia di Monte Albano e del suo famoso complesso di San Michele: è proprio quest’ultimo che ospita, in un’ala dell’ex-convento, il museo archeologico!

Il visitatore infatti può godere della visita di un museo e allo stesso tempo ammirare un edificio storico,
proprio come per il museo di Monterotondo.

Museo Rodolfo Lanciani Guidonia Montecelio
Interno del Museo Rodolfo Lanciani (Guidonia Montecelio)

QUANDO NASCE
Dal 2012 l’ex convento è un importante polo culturale regionale, proprio perché ospita il Museo “Rodolfo Lanciani“.
Lanciani era un cittadino del luogo, definibile “cornicolano”, ma soprattutto un archeologo, ingegnere e topografo, senatore del Regno d’Italia).
L’inaugurazione è avvenuta con la mostra “Archeologi tra ‘800 e ‘900. Città e monumenti riscoperti tra l’Etruria e Lazio antico” nel aprile 2013.
Si tratta di evento culturale fondamentale per la città di Guidonia Montecelio.

Arche Diem - LA TRIADE CAPITOLINA Giove, sua figlia... | Facebook
Triade capitolina


COSA PUOI VEDERE ALL’INTERNO
Il museo si articola in otto sezioni.
I ritrovamenti, costituiti da materiale sono tutti riferibili al territorio comunale. Alcuni addirittura riconducibili alla Preistoria! Questi sono in particolare della zona delle Caprine situata nella periferia meridionale di Guidonia.
Molti reperti arrivano dall’Antiquarium di Montecelio.

Inoltre vi sono reperti della prima età dei metalli, come una una cuspide (punta di lancia) in selce, trovata a Montecelio; vasi risalenti più o meno all’anno Mille a.C, trovati in occasione degli scavi riguardanti la villa romana dell’inviolata .
Qui è stata trovata la famosa triade capitolina presente nel museo: questo è l’esempio più completo e meglio conservato del gruppo di divinità tutelari dello Stato Romano!

Degno di nota è un vassoio in ceramica con la figura di Paride dipinta, proveniente da Villalba.
Per quanto riguarda le statue, sono presenti una con Dioniso, copia da Lisippo, e un’altra con Ercole fanciullo.

VISITARE IL MUSEO
Per visitare il museo…
Puoi trovare nel sito del comune tutte le informazioni e gli orari disponibili.
Di recente inoltre è stato realizzato un Virtual Tour con cui è possibile avere una presentazione delle sale Museali, nonché dell’esterno, da cui si gode di una bellissima vista panoramica!


Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci su
IlTerritorio.net

Commenta per primo

Rispondi