Rubava soldi destinati a un bimbo di due anni affetto da grave malattia oncologica

All’esito di serrate indagini, il 23 febbraio scorso a Guidonia Montecelio (RM), investigatori del Commissariato di P.S. “Tivoli” hanno eseguito un decreto di perquisizione locale e pe delegato dalla Procura della Repubblica tiburtina nei confronti del pluripregiudicato R.C., di anni 44.
Tra la fine di gennaio e i primi giorni di febbraio l’uomo veniva indagato per una serie di furti con destrezza, consumati presso numerose attività commerciali che avevano aderito a un’iniziativa benefica tesa a una raccolta fondi destinata alle cure di un bimbo di poco più di due anni affetto da una grave malattia oncologica. Fingendosi cliente e, in tale veste, ripreso dalle immagini ricavate dalla videosorveglianza all’interno dei negozi, R.C. era solito approfittare di un momento di distrazione degli esercenti asportando i salvadanai-bussolotti esposti vicino alle casse e, in alcuni casi, anche il contante riposto nel registratore di cassa.
Le attività di perquisizione hanno consentito il sequestro di capi di abbigliamento indossati in occasione dei furti che, unito agli accertamenti biometrici rilevati, hanno inequivocabilmente consentito l’identificazione del pregiudicato.
I gesti predatori, ripetuti in modo seriale presso bar, pizzerie, sale slot ed altri esercizi commerciali di Tivoli e Guidonia che si erano resi disponibili a esporre i salvadanai per la raccolta fondi, hanno suscitato forte sdegno tra la popolazione tiburtina e un notevole risalto a livello mediatico sulle testate online locali e sui social in diffusione.

Commenta per primo

Rispondi