Santo Stefano Nuovo a Fiano Romano: ecco chi sono gli artisti

pastura artista

Santo Stefano Nuovo a Fiano Romano, in provincia di Roma, è una chiesa che risale alla seconda metà del XV secolo, rimaneggiata nel corso del tempo. Ma chi sono gli artisti che si occuparono della decorazione interna? In questo articolo ti fornirò nomi e notizie davvero interessanti.


Santo Stefano Nuovo a Fiano Romano

Chiesa Santo Stefano nuovo fiano romano a roma
Chiesa di Santo Stefano Nuovo –
Fiano Romano (RM) –
foto ClickRomaNord

La Chiesa di Santo Stefano Nuovo si trova sulla piazza principale del borgo. In realtà non è l’unica chiesa di Fiano, se pensiamo anche alla Chiesa di Santo Stefano Vecchio, di cui abbiamo parlato per un suo bellissimo tesoro, trasmigrato al Metropolitan di New York.
La sua struttura è semplice: una pianta basilicale a 3 navate sormontate da archi a tutto sesto che poggiano su pilastri anziché colonne.
Il presbiterio si compone di un arco di trionfo con un timpano sorretto da due colonne corinzie.
Al suo interno, tra le altre cose, si conservano pezzi importanti. Nella navata sinistra possiamo ammirare il sarcofago di Pietro Gregorio Boncompagni Ludovisi e una campana fusa nel 1278 da Guidotto da Pisa dedicata a San Martino. In quella destra troviamo invece il monumento sepolcrale di Niccolò III Orsini, personaggio storico di grande rilievo, la tavola del Salvator Mundi, gli affreschi della Scuola del Pinturicchio.

Monumento Sepolcrale di Niccolò III Orsini - Chiesa di Santo Stefano Nuovo a Fiano Romano (RM)
Monumento Sepolcrale di Niccolò III Orsini –
Chiesa di Santo Stefano Nuovo
– Fiano Romano (RM)
Autoritratto pinturicchio, dalla Cappella Baglioni a Spello
Autoritratto, dalla Cappella Baglioni 
Spello

Il Pinturicchio a Fiano Romano: una bottega degna di nota

La bottega del Pinturicchio lascia il segno nella chiesa, come si ipotizza da molto tempo. Alcuni pensano ad un intervento della stessa équipe anche nel castello di Fiano Romano.
In Santo Stefano Nuovo, gli allievi del Pinturicchio, avrebbero affrescato la cappella dell’Annunziata, dedicata agli Orsini. La stessa, conserva anche la tavola con il Cristo Salvatore.

Ma chi è Pinturicchio? Perché è famoso?

Bernardino di Betto Betti, è stato soprannominato Pinturicchio in riferimento a “piccolo pintor” cioè piccolo pittore…Il motivo? Semplicemente perché la sua corporatura era minuta!
Grande invece è stato il suo successo: non fu solo maestro del noto Pietro Perugino, ma anche di Raffaello. Insieme lavorano alla decorazione della famosa Libreria Piccolomini a Siena.


Pinturicchio era un grandissimo punto di riferimento per i pittori nella zona Urbinate e per questo motivo venne anche chiamato a Roma dal papa, lavorando alla Cappella Sistina, alle stanze del Palazzo Borgia in Vaticano, ma anche in Santa Maria del Popolo.

Libreria Piccolomini - Duomo di Siena
Libreria Piccolomini – Duomo di Siena

Antonio del Massaro da Viterbo detto “il Pastura”

Nella chiesa di Fiano Romano c’è anche un bel dipinto di Antonio del Massaro, detto il Pastura, raffigurante la Madonna con i Santi Giovanni Battista, Stefano, Biagio e Pietro, oggi collocato sull’altare maggiore.
Si tratta di un artista viterbese della fine del Quattrocento, poco conosciuto ma riscoperto in tempi recenti grazie alla rivalutazione di Perugino e Pinturicchio, nell’orbita dei quali compì il suo ap­prendistato. Notiamo infatti una certa assonanza tra due opere dello stesso soggetto: lo Sposalizio della Vergine di Perugino, oggi a Caen, e quello del Pastura, nella Cappella Vitelleschi del Duomo di Tarquinia.

Dipinge a Viterbo, nel duomo di Tarquinia e quello di Orvieto. Comunque sia, la sua attività più nota è quella di aiutante del Pinturicchio nella decorazione dell’appartamento Borgia in Vaticano.
Il Pastura divenne, dopo la morte di Lorenzo da Viterbo, la persona­lità più nota del Quattrocento artistico viterbese.


Conoscevi già questi artisti? Sapevi della loro presenza Fiano Romano?
Scrivilo nei commenti!

Condividi questo articolo se ti è piaciuto,
continua a seguirci su

IlTerritorio.net

Commenta per primo

Rispondi