Montecelio: anziano trovato morto con ferite di arma da taglio sul corpo

Nella mattinata di ieri le Volanti della Questura di Roma, allertate dalla Sala Operativa,
sono intervenute in zona Montecelio, in via Monte Rosa, per un uomo anziano trovato morto nel suo
appartamento.
Il primo intervento è stato, però, effettuato dalla figlia della vittima, allertata dalla badante del padre, la
quale, uscita momentaneamente per andare a fare la spesa, al ritorno, aveva trovato stranamente la porta
di casa chiusa con due mandate, e non avendo ricevuto alcuna risposta né al citofono, né al telefono ed
infine nemmeno alla porta si era preoccupata.
La figlia, insieme al marito, grazie anche alle conoscenze infermieristiche legate al loro lavoro, ha
praticato, invano, le prime manovre per tentare di rianimare il padre. I sanitari del 118 intervenuti sul
posto, procedendo al massaggio cardiaco, si sono accorti, però, della presenza di alcune ferite sul corpo
dell’uomo.
Sul posto sono giunti allora tempestivamente gli agenti del commissariato di zona, quelli della Squadra
Mobile, della Polizia Scientifica, insieme al Pubblico Ministero di turno della Procura di Tivoli e al medico
legale, il quale si è riservato di valutare successivamente se la morte del soggetto fosse da attribuire alle
ferite da arma da taglio rinvenute sul corpo dell’uomo o ad un malore avuto in seguito all’aggressione
accertata sulla base dello stato dei luoghi.
Considerati tutti gli elementi presenti sono iniziate tempestive indagini a 360 gradi. Al momento non è
esclusa alcuna pista investigativa per individuare il responsabile dell’omicidio.
Il pubblico ministero di Tivoli e il personale della squadra mobile della questura di Roma in queste ore
stanno ricostruendo gli ultimi momenti della vita dell’anziana vittima del ’36, analizzando tutte le sue
conoscenze, le sue abitudini e le sue amicizie acquisendo tutte le informazioni necessarie per giungere nel
più breve tempo possibile all’individuazione del responsabile o dei responsabili.
Appena possibile saranno fornite ulteriori informazioni

Commenta per primo

Rispondi