DANIEL ZAGNILAB IN FESTA

La “Daniel Zagnilab” ricorda Daniel a 10 anni dalla sua scomparsa

Due giornate di festa per ricordare un amico, un compagno di scuola, un sognatore, un musicista, uno scrittore, un figlio… la comunità dell’Associazione “Daniel Zagnilab” si è ritrovata nella birreria Turbacci, località Mezzaluna, a pochi passi da Mentana.

L’avvenimento era accompagnato dalla musica e da alcune poesie scritte da Daniel e recitate da Alessandra Mosca, Sina Sebastiani e Andrea Vasone. Quelle parole hanno commosso i presenti. L’atmosfera era quella di un gioioso incontro tra vecchi amici che si rivedevano di nuovo dopo tanto tempo per ricordare Daniel. Nelle risate sincere, nelle strette di mano e negli abbracci si sentiva la gioia di ritrovarsi, forse era lo spirito di Daniel che contagiava tutti. La Presidente dell’Associazione, Paola Prandi, la Vicepresidente, Alessandra Clementini e l’amica Paola Mosca hanno commosso tutti con le loro parole.

La commemorazione è stato il pretesto per un incontro tra i tanti amici che hanno lavorato con Daniel o che hanno soltanto conosciuto questo meraviglioso giovane, da tutti considerato un fantastico sognatore. Da Lui sono venute idee che hanno coinvolto i giovani in rappresentazioni teatrali e musicali di vario genere. Gli amici lo ricordano per la sua curiosità e per la ricerca di nuove idee per un teatro che coinvolgesse tutti. Chi scrive ricorda il suo dolce sorriso comunicativo e la sua voglia di dialogare. Daniel, domenica scorsa, era in quella birreria, con tutti gli iscritti, brindava insieme a loro in ogni tavolo e chiacchierava con tutti, la sua presenza era tangibile. La mamma, Dalia Lahav, seduta in un tavolo al centro della sala, visibilmente commossa, guardava tutti con affetto e amore, era felice perché gli amici di suo figlio le erano vicini in una giornata tanto significativa.

Il video, realizzato da Antonella Sabatino, proiettato subito dopo, con le testimonianze di chi aveva lavorato insieme a Daniel, ha portato una sferzata di voglia di fare, di costruire ancora qualunque cosa pur di continuare a lavorare in una associazione che porta il nome di quello splendido giovane che ha insegnato qualcosa ad ognuno di noi. Gazie Daniel, sei stato un grande e rimarrai sempre nei nostri cuori.

Commenta per primo

Rispondi