Tivoli. Presentazione dei risultati dei cantieri di scavo e restauro

Sabato 19 novembre alle ore 16.30 presso il Museo della Città di Tivoli, Sala conferenze, in Piazza Campitelli – Via della Carità 1 a Tivoli, ci sarà la presentazione dei risultati dei cantieri di scavo e restauro della Soprintendenza del territorio di Tivoli.

Sono conclusi o sono in fase di chiusura alcuni importanti cantieri di scavo e restauro della Soprintendenza, attivati in siti e monumenti archeologici negli immediati dintorni della città a partire dal 2019.

In un ideale percorso lungo la Via Tiburtina Valeria, dalla zona a valle a quella a monte, si incontra dapprima il Mausoleo dei Plauzi Silvani, grandioso monumento sepolcrale cilindrico di età augustea trasformato in torrione nel XV secolo, che è stato interamente restaurato e inserito in un parco da cui si gode la vista anche del contiguo Ponte Lucano.

A breve distanza, in Via degli Orti, è il c.d. Tempio della Tosse, in realtà il vestibolo di età tardo-antica, a pianta centrale coperto a cupola, di una grande villa, del quale è stata risanata l’area circostante e sono state valorizzate al suo interno le preesistenze archeologiche più antiche.

Presso la Stazione Ferroviaria la nota Tomba della vestale Cossinia, scoperta lungo l’Aniene nel 1929, pericolosamente inclinata a causa del cedimento del terreno, ha ricevuto una nuova fondazione e la sepoltura attribuita alla vestale è stata oggetto di ulteriori analisi.

Il monumentale tratto dell’acquedotto Anio novus, nella sua ricostruzione degli inizi del III secolo, interessato negli ultimi anni da ripetuti crolli, è stato in gran parte consolidato e potrà essere meta di un’istruttiva visita sul funzionamento degli acquedotti antichi.

Al Bivio di San Polo il terreno con i resti di villa romana da riferire probabilmente a quella attribuita a T. Marcius, concesso in uso governativo dal Demanio dello Stato alla Soprintendenza nel 2020, è stato sottratto al degrado e potrà essere destinato ad attività didattiche per le università e le scuole.

Soprintendenza archeologica del territorio di Tivoli

Commenta per primo

Rispondi