Tor Lupara: posta la stele in memoria di Cesare Di Vincenzo e Antonio Volpe

“Tra le querce e la fatica dei campi, per mano dei tedeschi, il 27 ottobre 1943 la terra allargò le braccia a Di Vincenzo Cesare e Volpe Antonio”

Nella mattinata di sabato 26 Novembre 2022, alla Torre di Fonte Nuova, è stata posta la stele in memoria di Cesare Di Vincenzo ed Antonio Volpe, uccisi dai soldati tedeschi nel 1943.

Oltre ai famigliari dei due uomini, venuti anche dall’estero, erano presenti il sindaco, Piero Presutti, Don Gianluca della parrocchia di Fonte Nuova, le associazioni del territorio e l’ANPI di Monterotondo

La cerimonia di dedicazione è iniziata con “Il silenzio” eseguito dal maestro Gabriele Gangemi.

Ha preso quindi la parola Daniela De Luca, autrice, insieme a Michele dell’Orso del libro ‘Tor Lupara. Il tesoro nascosto” che ha ringraziato le autorità presenti e il Dott. Filippo Lippiello, presidente delle Cave di Travertino di Guidonia che ha donato alla cittadina la stele commemorativa

Daniela De Luca ha ricordato che tutto ebbe inizio quando alcuni soldati inglesi, fuggiti da un campo di prigionia sulla Salaria, si nascosero in località Conca. Molti cittadini di Mentana e di Tor Lupara si mobilitarono per soccorrere i fuggiaschi e offrire loro un rifugio. Alcuni cittadini fascisti di Mentana e di Tor Lupara, dei quali si conoscono i nomi, fecero la spia e il 27 ottobre 1943, ci fu il rastrellamento dei soldati tedeschi. Antonio fu ucciso a Parco Trentani e Cesare vicino al fontanile della Conca. Antonio e Cesare lasciarono le loro mogli, Maria e Pasquetta, con i bambini ancora piccoli. 

Nel suo intervento l’ex professoressa ha riportato le parole di Giuliano Fravili, testimone oculare della tragedia: “Io quel giorno dissi, se non avete mai visto gente ammazzata, non ci andate, perché ve sentite male, li ho visti io, stramazzare a terra.” – “Su questo territorio non ci sono mai stati sentimenti di vendetta da parte di nessuno. Né allora né oggi ne abbiamo fatto i nomi e continueremo a non farlo per rispetto di figli e nipoti.” – ha aggiunto poi Daniela De Luca.

Importante è stato l’intervento di Eleonora Panzardi, consigliera comunale, che ha preso a cuore l’iniziativa e ha ricordato l’importanza di “fare memoria” e di perpetuare il ricordo di Cesare e Vincenzo: “Un dovere verso le nostre radici e la nostra storia, pilastri portanti della nostra identità e della nostra Comunità. Una Comunità di cui prendersi cura, ogni giorno.”

Molto toccante è stata anche la testimonianza di Maria Cristina Viozzi, nipote di Cesare Di Vincenzo, che con commozione ha ricordato la fatica di sua nonna Pasquetta nel crescere i tre figli da sola.

Oltre a lei erano presenti Rita, la figlia di Cesare e Antonia, la figlia di Antonio, la nuora Giovanna Testa, nipoti e pronipoti. Sono trascorsi settantanove anni dalla morte di Cesare e Antonio.

L’augurio è che la Torre, simbolo di Fonte Nuova, che ha dato il nome al paese, diventi presto Luogo di Memoria.

Rosalba Pastena
Rosalba Pastena

fundraiser, lettrice e scrittrice per passione. Vive a Mentana e lavora per ASSIF – Associazione Italiana Fundraiser.

IlTerritorio.net

Mentana, musei pieni per le visite guidate speciali. Presentati i nuovi video LIS

A Mentana, sabato 4 febbraio 2023 si è tenuta una speciale visita guidata tra i musei del Polo Culturale. Un’occasione unica in cui sono stati presentati i nuovi video LIS che introducono i musei. Uno dei requisiti fondamentali per un museo è infatti l’accessibilità. Grazie a questo nuovo passo, il Polo Culturale Mentana si classifica…

Sapevi delle ceramiche di Palombara Sabina?

Quanto ne sai sulle ceramiche di Palombara Sabina? Palombara Sabina è un comune in provincia di Roma, noto per la sua antica abbazia di San Giovanni in Argentella, fondata nel XII secolo e situata in una splendida posizione panoramica. Pochi sanno che la città era anche un importante centro di produzione di ceramiche in epoca…

La storia della Sabina Laziale

La Sabina Laziale è un’area geografica situata nella regione Lazio, in Italia, che si estende dalle pendici dei monti Sabini fino alla valle del fiume Aniene. La storia della Sabina Laziale è molto antica e ricca di eventi, personaggi e culture che l’hanno plasmata nel corso dei secoli. La storia della Sabina Laziale inizia con…

Mentana. Una vecchia cartolina ricorda Attilio Baroni, un garibaldino

 UNA VECCHIA CARTOLINA DI MENTANA RICORDA IL GARIBALDINO ATTILIO BARONI Di Roberto Tomassini    Fin da ragazzo sono collezionista cartaceo di tutto quello che riguarda Mentana e mi sono subito reso conto che il mio paesino di allora pur essendo piccolo aveva una storia incredibile con tanto materiale storico e curiosità. Per la mia passione,…

Roma. La Galleria La Pigna presenta “Giovani Talenti”

Dall’11 al 21 Gennaio, dalle ore 17.30, alla Galleria La Pigna di Roma, si terrà la seconda edizione della rassegna “Giovani talenti”, organizzata dalla UCAI Sezione in collaborazione con Arte e Territorio ed Atile Edizioni. Occasioni come questa, in cui giovani, arte e cultura sono protagonisti, hanno allo scopo di creare momenti di riflessione e…

stele in memoria di Cesare Di Vincenzo e Antonio Volpe , stele in memoria di Cesare Di Vincenzo e Antonio Volpe, stele in memoria di Cesare Di Vincenzo e Antonio Volpe

Informazioni su Rosalba Pastena 2 Articoli
fundraiser, lettrice e scrittrice per passione. Vive a Mentana e lavora per ASSIF - Associazione Italiana Fundraiser.

Commenta per primo

Rispondi